Farro di Garfagnana

Farro di Garfagnana

4,09 IVA esclusa

Venduto in confezione da 3 pezzi.

Quantità
Categoria:

In Toscana, la Garfagnana è l’unica zona dove, grazie ad una consolidata tradizione agricola e alimentare e ad un ambiente naturale particolarmente vocato, il farro è sempre stato prodotto e commercializzato, come testimoniano numerosi documenti storici. Peraltro, a partire dal secondo dopoguerra, si è assistito ad una forte riduzione della produzione di farro, in concomitanza con il generale mutamento delle abitudini alimentari della popolazione che si sono indirizzate verso cibi più “ricchi”.

Alla fine degli anni 1970 la riscoperta di cibi sani e genuini, legati alla dieta mediterranea, ha portato alla riscoperta del farro e ad una nuova espansione delle coltivazioni toscane. Nel 1996, anno di presentazione della domanda di riconoscimento IGP alla Commissione Europea, vi erano in Garfagnana circa 80-90 aziende agricole produttrici di farro, con una superficie complessiva di circa 100-110 ettari e una produzione media di 200 tonnellate annue di farro “vestito”.

Il farro della Garfagnana è coltivato su terreni poveri di elementi nutritivi, in una fascia altimetrica fra i 300 e i 1.000 m slm. La semina avviene in autunno, nel rispetto delle tradizionali rotazioni (in genere dopo un prato), su terreno precedentemente preparato, utilizzando seme vestito derivante dalla popolazione locale di Triticum dicoccum. La produzione del farro della Garfagnana deve avvenire senza l’impiego di concimi chimici, fitofarmaci e diserbanti: data l’elevata rusticità della pianta, il farro coltivato con la tecnica tradizionale risulta di fatto un prodotto biologico.

Zona di produzione Sillicano di Camporgiano (LU).

Caratteristiche nutrizionali: Energia 1495 kj/357 kcal, Grassi 1,97g di cui 0,66 grassi saturi, Carboidrati 69,9g di cui zuccheri 3,4g, pProteine 10,9g, Sale 0g

TOP